La “Cappella Sistina” di Atri

Andrea De Litio: pittore di rilievo del Rinascimento Italiano e tra i massimi esponenti della pittura centro-meridionale dell’epoca. Nel 1445 Andrea De Litio giunse ad Atri, all’epoca un importante centro culturale del Rinascimento, grazie all’attività di mecenati dei Duchi Acquaviva e del Vescovo della città, oltre la ricca presenza di ordini religiosi, laici e di numerose famiglie nobili e mercantili. Ad Atri Andrea De Litio dimorò e aprì bottega dedicandosi anche alla vita agricola per un lungo periodo che va dal 1445 al 1481. Intorno al 1460  fu incaricato, dal capitolo della Cattedrale e dal Vescovo Antonio Probi, di decorare il presbiterio del Duomo di Atri, detto “La Cappella Sistina di Atri”: affreschi suddivisi in 21 scene, considerati il suo capolavoro e una delle massime espressioni artistiche di quell’epoca…..

Atri e i suoi Sotterranei

La Città di Atri presenta un peculiare e imponente impianto idrico sotterraneo, una parte ipogea di estremo interesse storico-archeologico costituito da cisterne, fontane antichissime, una ricca e ramificata rete di cunicoli, grotte…

Don Chisciotte è nato ad Atri

Miguel de Cervantes, è stato uno scrittore, romanziere, poeta, drammaturgo e militare.
È universalmente noto per essere l’autore del romanzo Don Chisciotte, uno dei capolavori della letteratura mondiale di ogni tempo, ma in pochi sanno che Atri fu il vero luogo d’ispirazione per la sua opera. Il Cervantes, infatti, nella premessa dell’opera Galatea, dedicata ad Ascanio Colonna, ricorda di aver servito come “camarero” ad Atri i Duchi Acquaviva e, in particolare, Giulio Acquaviva. Il romanziere, descrive soprattutto il carattere “sui generis” del giovane Cardinale Giulio Acquaviva, un uomo maldestro, esaltato, maniaco di avventure e di gloria e incapace d’innalzarsi al di sopra della realtà……

I Calanchi: Il Grand Canyon Italiano

I Calanchi di Atri, noti anche come “le Bolge dantesche”, costituiscono la forma più suggestiva e spettacolare del paesaggio collinare adriatico, delle vere e proprie sculture naturali. Essi si estendono per circa 380 ettari, appena ad Ovest e Sud-Ovest di Atri…..

La Porta Santa di Atri

Forse non tutti sanno che nel mondo oltre che a Roma e L’Aquila, anche ad Atri esiste una Porta Santa. Infatti, come ormai da secoli accade, nell’ambito della settimana dedicata all’Assunta, ogni anno a metà Agosto, si ripete la sacra cerimonia dell’apertura della Porta Santa della Basilica della Cattedrale. Assunta a tanto onore probabilmente dal 1295, la Porta si trova nella Cattedrale, sul lato meridionale, ed è il primo portale da sinistra. Opera di Rainaldo d’Atri…

Turismo Religioso ad Atri

Scoprite i luoghi della fede costruiti ad Atri da duemila anni di Cristianesimo. Per fare un turismo religioso e culturale di qualità è importante conoscere la storia della fede in questa regione e scoprire quali sono i luoghi dove si venerano da secoli Santi e reliquie, dove sono avvenuti celebri miracoli e dove si recano i pellegrini per pregare. In Abruzzo vi sono molti santuari, alcuni celebri a livello nazionale, altri minori, ma tutti accomunati dal profondo senso di raccoglimento e preghiera che offrono al visitatore e al pellegrino….

Atri, la Città della Birra

Sono numerosi i documenti e le testimonianze che ci consentono di individuare in Atri, come un dei primissimi centri in Italia per la produzione di Birra. Infatti, intorno all’VIII secolo, con la donazione del Conte Trasmondo III, si stabilirono ad Atri gli abati di Farfa, presso il Monastero Benedettino di S. Giovanni a Cascianello, sito su una collina a nord di Atri. Gli abati, in alcuni documenti del 1181, narrano della produzione di grano e di orzo e dell’uso di quest’ultimo per realizzare una bevanda, completata nel gusto dal rosmarino o dall’alloro (gruyt)….

Dove Dormire

Viaggiare è come sognare: la differenza è che non tutti, al risveglio, ricordano qualcosa, mentre ognuno conserva calda la memoria della meta da cui è tornato“. Atri vanta numerose strutture ricettive diversificate tra Agriturismi, B&B e Hotel, così da consentire un’ampia scelta del viaggiatore per vivere tutto l’anno le emozioni di un luogo unico.

Vivi il sogno

Dove Mangiare

Nella Città di Atri la cucina è una vera e propria arte, frutto di un modello culturale che si tramanda di generazione in generazione. Nel centro storico, come anche in tutto il territorio comunale, vi sono numerosi ristoranti che preparano i migliori piatti tipici della tradizione.

Parola d’ordine: qualità e attenzione ai dettagli….

Assapora Atri

Cosa Fare

365 giorni viva, è questo lo slogan che accompagna le stagioni della Città di Atri. Che si venga d’inverno oppure d’estate, il Comune sarà animato da eventi, iniziative, mostre, concerti e spettacoli. Una Città viva e fiorente sotto il profilo artistico e culturale per tramutare in ricordo l’esperienza del viaggio.

Stupisciti

Cosa Scoprire

Il Comune vanta una posizione geograficamente strategica, che consente di poter visitare la Città e poi raggiungere in pochi minuti i maggiori centri di interesse abruzzesi: spiagge, laghi, montagna, città, musei, attrazioni. Per questo migliaia di persone ogni anno decidono di soggiornare nella Città Ducale di Atri.

Meravigliati
  • 20621837_1434847926550581_1435480867524188789_n

La Notte di San Lorenzo tra Stelle e Arte – 10 Agosto 2017

Osservazione Astronomica

Visita Guidata al Palazzo Mambelli

  • 20247722_1906947769631221_6229430736302143306_o

Concerto di Roberto Vecchioni – 17 Agosto 2017

Concerto di Roberto Vecchioni

Piazza Duchi D’Acquaviva

Ingresso Gratuito

  • 20429985_1911225359203462_4609071578073772042_n

FONDACI APERTI A CAPO D’ATRI – Dal 13 al 20 Agosto 2017

Fervono i preparativi per la manifestazione FONDACI APERTI A CAPO D’ATRI.
Dal 13 al 20 agosto 2017.

  • 20525855_1914552168870781_5507749126794836564_n

XVIII Festival Internazionale “Duchi d’Acquaviva” – 8/31 Agosto 2017

Vi presentiamo il programma definitivo del XVIII Festival Internazionale “Duchi d’Acquaviva”

 

Realizzato con il contributo dei fondi PAR FSC (ex FAS) Abruzzo 2007-2013 – Obiettivo 1.3-Linea di Azione 1.3.1.d

www.abruzzoturismo.it